Eventi e progetti - ieri

31 Maggio 2014 - 14 Settembre 2014

Museo Diocesano, Palazzo Arcivescovile di Palermo

Flaminia Lopez y Royo di Taurisano: restauro dell’antenato Filippo

a cura di Bernardo Tortorici di Raffadali e Paolo Falcone

 

L’Associazione culturale Amici dei Musei Siciliani e la Fondazione Sambuca, organizzazioni no profit siciliane impegnate in iniziative legate alla salvaguardia, alla valorizzazione e la promozione dei beni culturali e delle culture contemporanee, grazie alla collaborazione con il Museo Diocesano di Palermo, hanno organizzato il progetto Flaminia Lopez y Royo di Taurisano: restauro dell’antenato Filippo, che vede il restauro del ritratto di Filippo Lopez y Royo di Taurisano (Monteroni di Lecce 1728-Napoli 1811), arcivescovo di Palermo e Monreale (1793-1802) e Presidente e Governatore di Sicilia (1795-1798), eseguito attraverso l’intervento di un’importante opera di recupero dalla discendente Flaminia Lopez y Royo di Taurisano, che ha offerto la sua performance e la sua professionalità per questo prestigioso appuntamento. Il progetto, a cura di Bernardo Tortorici di Raffadali e Paolo Falcone, grazie alla partnership con Azoto projects & communication di Palermo e del generoso supporto del Fondo Anna Maria e Paolo Falcone per le Arti, della Fondazione Pietro Barbaro e dei vini Tasca d’Almerita, mira a riportare alla luce e al permanente recupero il ritratto raffigurante uno dei principali protagonisti della politica e della storia siciliana durante il regno di Ferdinando IV, re di Napoli e Sicilia.

Il restauro dell’opera, sovrainteso da Mauro Sebastianelli e con l’alta sorveglianza della Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Palermo, è stato realizzato in un laboratorio creato per l’occasione nell’affascinante cornice dell’Oratorio di San Lorenzo di Palermo. Il restauro, realizzato a cantiere aperto da Flaminia Lopez y Royo di Taurisano, ha previsto delle visite da parte del pubblico, invitato a vivere l’esperienza diretta del restauro dal vivo con la discendente in azione.

L’opera restaurata da Flaminia Lopez y Royo di Taurisano sarà presentata nella prestigiosa cornice della Sala Borremans nel Palazzo Arcivescovile di Palermo il 30 maggio alle ore 18.00 e resterà in mostra fino al 14 Settembre 2014, per poi essere esposta permanentemente nella sala Gialla nell’ambito del nuovo allestimento del Museo Diocesano di Palermo curato da Pierfrancesco Palazzotto.

L’opera presentata a S.E.R. il Cardinale Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo da Mons. Giuseppe Randazzo, Direttore del Museo Diocesano; con Pierfrancesco Palazzotto, Vicedirettore del museo e curatore delle collezioni del Museo Diocesano, alla presenza dell’autrice del restauro Flaminia Lopez y Royo di Taurisano e dei curatori del progetto.

La presentazione coincide con i festeggiamenti per i 10 anni del Mudipa (2004-2014)

Questo progetto è stato realizzato dall’Associazione Culturale Amici dei Musei Siciliani e la Fondazione Sambuca in partnership con Azoto projects and communication per il Museo Diocesano di Palermo e grazie al generoso supporto di Fondo Anna Maria e Paolo Falcone per le Arti, della Fondazione Pietro Barbaro e Pietro Barbaro Group e Tasca d’Almerita.

La restauratrice

Flaminia Lopez y Royo di Taurisano, nata a Bruxelles nel 1983 si è formata all’Istituto Italiano Arte Artigianato e Restauro a Roma, specializzandosi nel restauro di dipinti su tela e tavola, affreschi e stucchi. Successivamente ha partecipato al restauro di numerose opere in palazzi e musei a Roma, Venezia e in Umbria. Ha eseguito interventi di restauro e manutenzioni di opere d’arte alla galleria Borghese a Roma e ha lavorato su dipinti di Francesco Solimena, Girolamo Muziano e Massimo Stanzione alla Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini. Ha effettuato nel corso della sua carriera interventi di restauro su varie opere di artisti di diverse epoche quali, ad esempio: Mattia Preti, Jusepe de Ribera, Andrea Vaccaro, Sebastiano Conca, Giuseppe Zais, Francesco Guardi, Giovanni Antonio Canal detto il Canaletto, Camille Corot e moltissimi altri.

Nel corso degli ultimi anni collabora con lo studio di Eugenie Knight.  I dieci anni di esperienza maturata sul campo, hanno permesso a Flaminia Lopez y Royo di Taurisano di maturare la capacità di svolgere qualunque operazione di restauro su un dipinto, specializzarsi in tecniche specifiche come l’uso del tavolo termico per i consolidamenti e le foderature, il risarcimento di tagli.

INFO MOSTRA

Titolo: Flaminia Lopez y Royo di Taurisano, restauro dell’antenato Filippo.

Un progetto di: Bernardo Tortorici di Raffadali e Paolo Falcone

Progetto espositivo realizzato per il Museo Diocesano dall’ Associazione Amici dei Musei Siciliani e Fondazione Sambuca in partnership con Azoto projects and communication di Palermo.

 

Museo Diocesano di Palermo

Via Matteo Bonello, 2, (di fianco alla Cattedrale), Palermo

Orario di apertura

Da Martedì a Venerdì ore 9.30-13.30

Sabato ore 10.00-18.00

Domenica e festivi ore 9.30-13.30

Lunedì chiuso (anche se festivo)

L’ultimo accesso è consentito mezz’ora prima della chiusura

 

Organizzazione

Amici dei Musei Siciliani

Fondazione Sambuca

Azoto project&communication

per il Museo Diocesano di Palermo

 

Strategic partner

Fondazione Pietro Barbaro

Tasca d’Almerita

DOWNLOAD
cs_Lopez y Royo.pdf  (PDF, 823 Kb) cs_Lopez y Royo.pdf (PDF, 823 Kb)